Biografia

Nata a Giarre allora Ionia in provincia di Catania il 23/09/1943, la Signora Maria gia' da tanti anni parla con la Madonna. La sua č stata ed č tuttora una vita semplice di mamma di famiglia che vive dell'essenziale senza mai aver chiesto di pių. Il suo sposo, il Sig. Santo Patanč, ha sempre mantenuto la famiglia con il suo onesto lavoro di falegname restauratore e il loro amore dura da quasi cinquant'anni. Adesso vivono della loro modesta pensione e la loro unione č stata allietata dall'arrivo dei loro tre figli Angelo, Vera e Roberto. Tutto č iniziato tanti anni fa, quando una notte la signora Maria alle ore 2 e 45 vede sul suo letto una bellissima giovinetta uguale ad un quadro della sua camera da letto che raffigura la Madonnina che tiene in braccio Suo figlio Gesų. Dopo una prima reazione di sorpresa, la bella fanciulla le dice di essere la Madonna e che suo figlio "Gesų il Salvatore" le ha dato un dono che consiste nella sua presenza ogni notte a casa sua. Per diversi mesi la Madonnina si č presentata la notte alla stessa ora senza parlare, poi finalmente sono iniziati i colloqui. Ancora oggi la Madonnina č presente tutte le notti ed in pių negli ultimi mesi č presente anche durante la riunione del gruppo di preghiera che in questi anni si č sempre riunito periodicamente per la recita del Santo Rosario e per raccomandare alla Madonnina e Gesų tutti gli ammalati che chiedono aiuto e conforto. E' anche successo che durante la preghiera la signora Maria abbia visto Gesų, ed ogni volta č stata una fortissima emozione per tutti.

LETTERA DI MARIA GIUFFRIDA A SUA ECCELLENZA MONS. ANTONINO RASPANTI VESCOVO DI ACIREALE

ECCELLENZA
Sono Maria Giuffrida, la veggente del gruppo di preghiera Madonnina del velo. A tutt'oggi sono 13 anni che vedo e parlo con la Madonna, dalle 2 e 45 alle 4 di notte, e nel mese di Giugno nei cenacoli e' presente anche Gesu'. Questo gruppo si riunisce e prega periodicamente 2 volte al mese, dalle ore 18 alle ore 19 per recitare il Santo Rosario e per pregare e raccomandare alla Madonnina ed a Gesu' tutti gli ammalati che chiedono aiuto e conforto. Oggi il mio cuore e' grato alla mamma del cielo ed a Gesu' che mi ha dato l'opportunita' di incontrarLa e che sia l'inizio di tanti incontri. Eccellenza spero che nelle Sue preghiere e benedizioni ci sia un posto per noi e per questi cenacoli di preghiera, dove si prega con semplicita', umilta' e carita', presentando a Dio le necessita' di tutti i vivi e i morti. Spero e sono certa che questi cenacoli siano come vuole la Madonna cioe' di vera preghiera, perche' la preghiera fa bene all'anima ed al corpo e piano piano ci convertiamo al Signore. Per questo e' necessario invocare lo Spirito Santo ascoltare e meditare la parola di Dio, dove e' possibile adorare e nutrirci della Santa Eucaristia, pregare la Madonna con il Santo Rosario, ubbidire alla Chiesa ed edificarci a vicenda con la carita', l'umilta', ed il buon esempio. Eccellenza, sono felice di averLa conosciuta e La ringrazio per la Sua disponibilita'. Spero in futuro di poter avere la gioia della Sua presenza, della Sua benedizione e della Sua preghiera nei nostri cenacoli.
GRAZIE
MARIA GIUFFRIDA